Dj Fabo, atti alla Consulta o archiviazione: il gip decide entro una settimana

Atti alla Corte costituzionale o archiviazione dell’indagine? Il gip di Milano, Luigi Gargiulo, deciderà entro una settimana quale sarà il destino dell’indagine su Marco Cappato, l’esponente radicale accusato di aiuto al suicidio per aver accompagnato qualche mese fa in Svizzera Dj Fabo per praticare il suicidio assistito. L’eccezione di legittimità costituzionale dell’articolo 580 del codice penale, […]

L’articolo Dj Fabo, atti alla Consulta o archiviazione: il gip decide entro una settimana proviene da Il Fatto Quotidiano.

Lei è stata condannata a 1590 anni di carcere, mentre lui a 750…

Patricia e Matthew Ayers sono stati puniti severamente, per un motivo più che giusto. La particolarità è, in questo caso, che le pene sono davvero molto pesanti.
Processati per un reato orribile, come quello della produzione di materiale per adulti con all’interno bambini, la loro attività criminale era così radicata nel tempo che il giudice è stato severissimo. La sentenza che ha inflitto ai due è stata di 1590 anni di carcere per la donna, e di 750 anni per l’uomo. Questa sentenza è entrata nel Giunnes dei primati.
Il giudice Scott Coogler ha affermato che il caso dei due criminali è quello più orribile che gli sia capitato tra le mani, peggio anche degli omicidi. Infatti, a detta del giudice, a quei bambini gli è stata privata l’infanzia e un’anima. Pertanto, ha ritenuto che l’unica sentenza appropriata fosse proprio il massimo della pena.
Ma c’è di più: quei bambini era stati affidati alla loro custodia! Dovevano far loro da genitori, ma li hanno usati per i loro sporchi affari, con abusi vergognosi.
Una sentenza giusta anche secondo il parere di chi scrive, perché cose di questo genere non dovrebbero mai accadere, e quando si verificano è giusto che chi sbaglia paghi.
Siamo convinti che anche molti di voi la pensano come il giudice. Vi invitiamo a condividere questa vicenda, perché purtroppo il crimine compiuto da quelle due “persone” (se così vogliamo definirle) è un crimine che viene commesso ancora oggi, ed è giusto sensibilizzare l’opinione pubblica su di un argomento di cui si parla troppo poco…
(24 ORE NOTIZIE)

Lei è stata condannata a 1590 anni di carcere, mentre lui a 750…

Patricia e Matthew Ayers sono stati puniti severamente, per un motivo più che giusto. La particolarità è, in questo caso, che le pene sono davvero molto pesanti.
Processati per un reato orribile, come quello della produzione di materiale per adulti con all’interno bambini, la loro attività criminale era così radicata nel tempo che il giudice è stato severissimo. La sentenza che ha inflitto ai due è stata di 1590 anni di carcere per la donna, e di 750 anni per l’uomo. Questa sentenza è entrata nel Giunnes dei primati.
Il giudice Scott Coogler ha affermato che il caso dei due criminali è quello più orribile che gli sia capitato tra le mani, peggio anche degli omicidi. Infatti, a detta del giudice, a quei bambini gli è stata privata l’infanzia e un’anima. Pertanto, ha ritenuto che l’unica sentenza appropriata fosse proprio il massimo della pena.
Ma c’è di più: quei bambini era stati affidati alla loro custodia! Dovevano far loro da genitori, ma li hanno usati per i loro sporchi affari, con abusi vergognosi.
Una sentenza giusta anche secondo il parere di chi scrive, perché cose di questo genere non dovrebbero mai accadere, e quando si verificano è giusto che chi sbaglia paghi.
Siamo convinti che anche molti di voi la pensano come il giudice. Vi invitiamo a condividere questa vicenda, perché purtroppo il crimine compiuto da quelle due “persone” (se così vogliamo definirle) è un crimine che viene commesso ancora oggi, ed è giusto sensibilizzare l’opinione pubblica su di un argomento di cui si parla troppo poco…
(24 ORE NOTIZIE)